Il basket, il calcio, la pallavolo…
Come speranza, che unisce mondi apparentemente distanti. Impegnarsi per qualcosa, per aiutare i ragazzi a sperare nel proprio futuro, a sentirsi protagonisti del proprio avvenire. A sperare in un domani migliore.



tutte le Categorie


Ignora collegamenti di navigazionehome > Attraverso lo Swaziland: allenamenti e clinic per condividere la pallacanestro

Attraverso lo Swaziland: allenamenti e clinic per condividere la pallacanestro

02/09/2013
Commenti 1
Dopo 12 giorni di lavoro, pallacanestro e lezioni frontali si chiude il viaggio in Africa che ha portato Giovanni Albanesi, Lilli Minnetti, Giada Bergantini e Maria Berton a un tour dello Swaziland, tra case-famiglia, campi in terra battuta, palestre universitarie e country club locali.
Lo potremmo definire un viaggio nel viaggio iniziato all’aeroporto di Fiumicino, dove all’adrenalina della partenza si mischiano i timori per i problemi al Cairo e soprattutto quelli legati al peso delle valigie cariche di materiale da portare ai bambini, ansie svanite subito dopo il check-in.
La prima tappa della missione ha visto i nostri soci impegnati presso la casa-famiglia del Mais Onlus a Mahamba. Le giornate erano scandite dagli orari delle lezioni scolastiche. Durante la mattina si alternavano in campo 50 bambini pronti a giocare e divertirsi con il minibasket proposto dall’istruttrice Giada Bergantini mentre nelle stesse ore gli allenatori locali, Emmanuel e Lindiwe, e altri accorsi dai paesini vicini come Dee, assistevano alle lezioni teoriche di Coach Albanesi. Nel pomeriggio gli allenamenti riprendevano alle 14:30 fino al calar del sole e a misurarsi con gli esercizi di Giovanni erano i ragazzi più grandi presso il campo dedicato a Mario Delle Cave, spesso i Warriors di Emmanuel, e in alcuni casi sono stati gli allenatori a raggiungere i ragazzi sul loro campo, come a Hlatinkulo dove a farla da padrone è stato il vento freddo e la temperatura non certo ospitale. In tutti gli appuntamenti i ragazzi si sono dimostrati attenti, pronti, e disponibili ad imparare il più possibile dagli insegnamenti dei loro coach italiani.
Nella seconda parte del viaggio i nostri volontari lasciano la casa famiglia per una nuova esperienza a Manzini, ospitati dalla Federazione dello Swazialnd. Il programma, già definito prima della partenza, prevedeva clinic, lezioni frontali e interventi su campi sempre diversi sparsi nelle città circostanti. La disponibilità dei responsabili del progetto, Mister Naboth e Martin, è stata esplicitata fin dal principio e Coach Albanesi ha spiegato le finalità del nostro progetto in Africa oltre all’organizzazione del nostro mondo cestistico.
Il nuovo viaggio si apre con un piacevole pomeriggio nella palestra del Waterford Kamhlaba di Mbabane, ore nelle quali è stato possibili vedere cinque partite, tre di serie B e due di serie A maschile e una del campionato femminile. I giorni seguenti hanno portato i nostri allenatori presso il campo di Nkambeni dove prima i ragazzi hanno potuto allenarsi sul tiro, poi gli allenatori hanno seguito una lezione frontale. Il pomeriggio si è concluso con il sole basso e una bella partita con le caprette che attraversavano il campo da gioco.
Gli incontri dei giorni successivi si sono svolti presso il Simunye Country club di Lisuto, presso il Salesian High School di Manzini, e il Coronation Park di Mbabane.
Il viaggio dei nostri volontari si è concluso sabato 31 agosto esattamente nel punto di partenza e hanno portato a casa non solo il ricordo di tante ore trascorse sul campo con bambini di tutte le età che sorridevano e giocavano, ma anche alcune riflessioni sul mondo della “nostra” pallacanestro e sul sentimenti di condivisione e collaborazione che deve essere alla base della crescita di tutti.


Lilli Minnetti, Giovanni Albanesi, Maria Berton, Giada Bergantini


I Warriors di Emmanuel


Gli allenamenti di minibasket di Giada 


Clinic e lezioni tecniche con Giovanni


Salesian High School di Manzini


Coronation Park di Mbabane


 




Commenti
Maurizio Mondoni
Bellissimo, mi piacerebbe lavorare con voi per il Minibasket.
06/09/2013 - 12:51
http://




Lascia un commento  
   
 

Diventa associato di Sports Around The World

Diventa associato di Sports Around The World





Progetti dai confini non limitati...
I nostri progetti non consistono solo nel portare il materiale, ma anche nell'insegnare lo sport ai ragazzi e ragazze ed a dei potenziali allenatori locali, che poi vengono stipendiati dalla nostra Associazione ...

NON SOLO BASKET
Lunedì 7 maggio 2012 Palestra comunale via Luca, 44 – Padova Ore 18.15 NON SOLO BASKET Quando lo sport può portare lontano ...

"Un sogno tra le altre" progetto per il Camerun
L’idea del progetto nasce in seguito ad una attenta analisi della struttura sociale camerunense. Lo stato infatti non garantisce a tutti l’accesso alla scuola, sia per carenze di scuole che per carenza economica della popolazione per potervi accedere. ...