Il basket, il calcio, la pallavolo…
Come speranza, che unisce mondi apparentemente distanti. Impegnarsi per qualcosa, per aiutare i ragazzi a sperare nel proprio futuro, a sentirsi protagonisti del proprio avvenire. A sperare in un domani migliore.



tutte le Categorie


Ignora collegamenti di navigazionehome > progetti > "Un sogno tra le altre" progetto per il Camerun

"Un sogno tra le altre" progetto per il Camerun

L’obiettivo del progetto è di fornire strumenti e competenze che possano attivare una realtà sportiva dal forte valore sociale ed educativo finalizzata all’abbattimento delle diverse barriere culturali dettate dal tribalismo, allo sviluppo di una politica di genere, all’inclusione  nella comunità locale di bambini e ragazzi con problemi di socializzazione e di disabilità, all’incentivare la frequenza scolastica, all’accrescimento dell’autostima e dell’autoaffermazione. In generale Rendere ogni ragazzo artefice del proprio destino.

Nello specifico:
  1. Attivare una realtà sportiva dal forte valore sociale ed educativo;
  2. Abbattimento delle barriere culturali;
  3. Sviluppare una politica di genere;
  4. Integrazione nelle comunità locali di bambini con problemi di socializzazione;
  5. Inclusione nella vita sociale di bambini e ragazzi con disabilità fisiche e psichiche;
  6. Incentivare la frequenza scolastica;
  7. Accrescimento dell’autostima  degli individui e dell’autoaffermazione  delle comunità;
  8. Conoscenza delle diverse comunità locali attraverso l’organizzazione di eventi sportivi;
  9. Sviluppare fra i genitori ed adulti in genere l’importanza dell’attività ludica nella crescita dei bambini finalizzata all’autostima alla base dell’autoaffermazione dei popoli;
  10. Incentivare lo scambio di conoscenze e competenze;
L’idea del progetto nasce in seguito ad una attenta analisi della struttura sociale camerunense. Lo stato infatti non garantisce a tutti l’accesso alla scuola, sia per carenze di scuole che per carenza economica della popolazione per potervi accedere. Le scuole comunitarie sono scuole auto organizzate dalle comunità locali, fruendo di insegnanti non sempre qualificati, autofinanziate e spesso appoggiate ad una parrocchia. A volte si rende necessario organizzare tre turni al giorno per poter accogliere tutti. Al di là della scuola non ci sono luoghi di aggregazione e i bambini e ragazzi passano la maggior parte del loro tempo in strada.
La famiglia, quando c’è (l’età media della popolazione è 48 anni, con elevata mortalità a causa dell’AIDS) e quando non ha gravi problemi relazionali e personali, è impegnata a cercare risorse alimentari immediate. L’obiettivo del progetto è di fornire strumenti (impianti e materiale sportivo) e competenze (formazione di insegnanti ed educatori) che possano attivare un’attività sportiva dal forte valore sociale ed educativo in un contesto di estrema povertà materiale, ma soprattutto culturale. Creare luoghi di aggregazione mediante lo sport, sia all’interno che all’esterno delle scuole.


 





Diventa associato di Sports Around The World

Diventa associato di Sports Around The World





Progetti dai confini non limitati...
I nostri progetti non consistono solo nel portare il materiale, ma anche nell'insegnare lo sport ai ragazzi e ragazze ed a dei potenziali allenatori locali, che poi vengono stipendiati dalla nostra Associazione ...

NON SOLO BASKET
Lunedì 7 maggio 2012 Palestra comunale via Luca, 44 – Padova Ore 18.15 NON SOLO BASKET Quando lo sport può portare lontano ...

"Un sogno tra le altre" progetto per il Camerun
L’idea del progetto nasce in seguito ad una attenta analisi della struttura sociale camerunense. Lo stato infatti non garantisce a tutti l’accesso alla scuola, sia per carenze di scuole che per carenza economica della popolazione per potervi accedere. ...