Mogodè

Mogodè

Progetto:

Nell’estate 2011 la volontaria italiana Laura Pelizzari ci ha chiesto di portare avanti una serie di attività legate allo sport su questo campo. Da allora ci siamo recati nel villaggio che si trova al centro di una zona montuosa circondata dai picchi di Rumsiki, all’estremo nord del Cameroun, sul confine con la Nigeria, località questa, come tutte le altre della regione, divenuta impraticabile per i problemi di sicurezza legati alla presenza di Boko-Haram. Il territorio al momento, dopo le violenze perpetrate ai danni della popolazione e conseguente fuga dalla regione, è divenuto teatro di aspri combattimenti tra le B.I.R. (Brigade Intervention Rapide dell’esercito camerounense) e i guerriglieri di Boko Haram.

Nel periodo in cui abbiamo operato a Mogodè e con l’aiuto di Laura (valtellinese, ex giocatrice di pallacanestro) abbiamo permesso a gruppi di bambini e ragazzi di conoscere e giocare a basket. Abbiamo coinvolto in diverse occasioni la popolazione locale, comprese un gruppo di donne adulte. Lo sport è diventato per bambine e donne un emblema di emancipazione sociale, un aiuto all’autodeterminazione, alla crescita individuale e personale.

Dettagli progetto

Luogo

Mogodè

Stato

Camerun

Regione

Extreme Nord

Anno

2011