Zouzuoi

Zouzuoi

Progetto:

A Zouzuoi, estremo Nord del Camerun, abbiamo costruito il nostro primo campo in Africa.

Siamo stati contattati da Alice Beltrami, una giovane volontaria italiana che aveva trascorso il periodo del servizio civile proprio a Zouzoui e che poi si era fermata nel villaggio per costruire e gestire una scuola materna all’interno della piccola missione del Pime (Pontificio Istituto Missioni Estere) che si trova all’interno del villaggio.

Per arrivare a Zouzuoi dalla capitale del Cameroun, bisogna viaggiare una notte in treno e successivamente un’altra mezza giornata in autobus, dopodiché ci sono ancora svariati kilometri di savana da attraversare per arrivare al villaggio.

Abbiamo iniziato con la costruzione di un campo da basket e successivamente quello da calcio e da pallavolosotto la supervisione di Padre George e Padre Otorino, due padri missionari che gestivano la missione del villaggio.

Dall’inaugurazione ci siamo recati ogni anno a Zouzuoi fino a quando non è stato più possibile raggiungere la regione a causa dell’insorgere di Boko-Haram.
In questa zona di savana siamo riusciti a fare basket, calcio e pallavolo, spesso con temperature che arrivavano ai 45 gradi, temperature che i giovani del luogo, abituati, riescono a ben sopportare, ma che a noi creavano grandi problemi di fatica e disidratazione, considerando la scarsità di acqua a disposizione ed il calore che ti avvolge continuamente.

Le strutture sportive sono state utilizzate da bambini e ragazzi di Zouzoui ma anche dai giovani dei villaggi che sorgevano nel raggio di 10 km: al mattino si faceva ginnastica e al pomeriggio gli allenamenti con i coach che abbiamo formato nei nostri viaggi.

Nella realizzazione delle strutture stiamo stati aiutati da Panathlon International sezione di Mestre e dalla Reyer Venezia.

Dettagli progetto

Luogo

Zouzoui

Stato

Camerun

Regione

Extreme Nord

Anno

2011